OSSERVATORIO ASTRONOMICO MAREMMA :: Azienda Vinicola Maremma Alta

ItalianoEnglish

MaremmAlta, la tradizione che continua.....

Osservatorio Astronomico

Da sempre l'uomo guarda all'insù, materia organizzata che scruta la materia primordiale, sbigottito, cercando di capire e carpire i meccanismi del miracolo...

E così, mentre altra materia ancora si trasforma silenziosa da terra, sole e zucchero in vino, a MaremmAlta si guarda all'insù per contemplare e studiare il cielo e le stelle. Il cielo di MaremmAlta è quello giusto, buono sempre, ottimo in particolari condizioni di umidità e di vento. Soprattutto quasi del tutto libero dall'inquinamento luminoso che appesta il cielo delle città e delle zone suburbane. E' appena macchiato dal bagliore lontano di Grosseto sull'orizzonte Sud, un quarto Ovest, mentre né Roccastrada a Est, né Massa Marittima a Nord sono apprezzabili. Un bel cielo quindi, che mostra la Via Lattea e non solo nelle notti estive.
Per Stefano Rizzi e i suoi ospiti ci sarà da scegliere, anche in osservazione diretta, libera o assistita. Considerando il pubblico previsto nell'Osservatorio di MaremmAlta: ospiti, wine/star party dedicati, gite scolastiche, amici, conviene concentrarsi sull'osservazione visuale che è sostanzialmente di due tipi: libera o guidata. L'osservazione libera si esegue appunto in manuale, semplicemente brandeggiando l'ottica sulla sua montatura e puntando gli oggetti visibili con l'aiuto di un cercatore ottico e/o di un puntatore laser. Questo vale tipicamente per la luna e i pianeti principali, Giove e Saturno. L'osservazione guidata si può fare a sua volta in due modi: passiva o con il "go-to". Nell'osservazione passiva l'oggetto viene prima scelto su un piccolo computer contenente un gran numero di corpi celesti con le loro coordinate altazimutali, riferite cioè all'osservatore. Poi lo si cerca a mano, guidati dall'encoder del computer, secondo un meccanismo di avvicinamento progressivo, del tipo: 'fuoco-fuochino'... L'osservazione può quindi essere fatta all'esterno direttamente sullo strumento o anche dall'interno sullo schermo del computer. I telescopi si dividono in due categorie: i rifrattori e i riflettori. I rifrattori sono i comuni telescopi Galileiani, tubi più o meno lunghi, formati da lenti. Hanno una visione molto nitida e ben contrastata. I riflettori sono molto più semplici da realizzare. I sistemi ottici misti, cosiddetti catadiottrici, hanno sia lenti, sia vetri e sono comunque classificati come riflettori. MaremmAlta si distingue per la presenza di un binoscopio, doppio telescopio nel quale si osserva con due occhi garantendo una visione molto confortevole . Pezzo unico di Astromeccanica, un doppio tubo di rifrattori 127/800mm, capaci di dare una visione tridimensionale mozzafiato su tutti gli oggetti, permette di scandagliare i larghi ammassi aperti e di sparare oltre 200x sul magico Saturno. Allunando sui crateri lunari. L'Astroimaging sarà proprio il fiore all'occhiello dell' osservatorio di MaremmAlta, su diversi soggetti: in alta risoluzione su luna, pianeti e comete.

Cielo Stellato
Registrati   Cancellati  
Guardamondo lestra Le Strisce Micante Bianco Micante Rosso Poggiomaestro Rosa del Salto